Campobello: Risarcimenti per cittadini e attività che hanno subito danni

La Giunta ha deliberato la richiesta per il riconoscimento dello stato di calamità naturale, sul sito i moduli

Redazione Prima Pagina Campobello
Redazione Prima Pagina Campobello
23 Novembre 2021 09:02
Campobello: Risarcimenti per cittadini e attività che hanno subito danni

Il sindaco Giuseppe Castiglione rende noto che i cittadini e le attività economiche e produttive che hanno subito ingenti danni a causa del recente violento nubifragio verificatosi il 10 e l’11 novembre scorsi, possono segnalarlo al Comune, che si farà carico di raccogliere tutte le istanze e di trasmetterle all’assessorato regionale compente al fine di richiedere il riconoscimento dello stato di calamità, che è stato già dichiarato dalla Giunta comunale con deliberazione N. 324 del 15 novembre scorso.

Oltre a segnalarlo al Comune di Campobello, i proprietari terrieri e gli imprenditori agricoli che hanno subito danneggiamenti alle colture a causa sempre dell’evento calamitoso dovranno, invece, trasmettere la segnalazione direttamente all’Ispettorato regionale all’Agricoltura.

Sul sito istituzionale del Comune, all’indirizzo www.comune.campobellodimazara.tp.it (sezione AVVISI), sono stati infatti pubblicati 3 modelli (A: per le attività agricole; B: per le attività economiche e produttive; C: per le civili abitazioni) da compilare al fine di segnalare i danneggiamenti subiti, anche mediante la presentazione di perizia asseverata o giurata corredata da documentazione fotografica.

Le segnalazioni relative alle civili abitazioni e alle attività economiche e produttive dovranno essere consegnate brevi manu all’Ufficio protocollo del Comune sito in via Mare n.2, oppure inviate all’indirizzo di posta elettronica protocollo.campobellodimazara@pec.it.

Nei giorni scorsi, l’Amministrazione comunale ha redatto una prima relazione dei danni subiti e degli interventi che sono stati eseguiti dalla protezione civile comunale e dai vigili del fuoco, ma solo dopo un’accurata e puntuale ricognizione sarà possibile accedere a eventuali misure di ristoro.

La portavoce

Antonella Bonsignore

In evidenza