Ennesimo prodigio di Fabrizio Castori: va in A con la Salernitana

Decisiva la vittoria nell'ultima di campionato contro il Pescara. Castori riporta la Salernitana in A dopo 23 anni.

Mirko
Mirko Ditta
10 Maggio 2021 17:53
Ennesimo prodigio di Fabrizio Castori: va in A con la Salernitana

Due miracoli in meno di un anno. Dal granata del Trapani a quello campano della Salernitana. In tanti i tifosi trapanesi avranno provato un sussulto nel vedere Fabrizio Castori raggiungere la Serie A con una società che mancava dalla massima serie da 23 anni.

Arrivato dopo l’esonero di Francesco Baldini, ci aveva messo poco a conquistare i tifosi trapanesi in un’annata che sarebbe culminata poi con un’amara retrocessione decisa dai tribunali per la scellerata gestione Petroni. La salvezza sul campo eppure era arrivata con una marcia, nel periodo post lockdown, da brividi: in dieci partite sono stati 21 i punti conquistati con 6 vittorie, 3 pareggi e la sola sconfitta contro il Pisa. Castori è tornato a Salerno tra lo scetticismo generale di una piazza importante e che aveva già vissuto nel 2008-09.

Questa volta l’epilogo è stato differente: lo 0-3 all’ “Adriatico” contro il già retrocesso Pescara è solo il punto esclamativo di una stagione dal grandissimo rendimento e vissuta tra i primi posti in classifica dall’inizio della stagione. Protagonisti della cavalcata anche tanti ex Trapani Calcio: oltre al figlio Marco che ha ricoperto il ruolo di match analyst e allo storico secondo Riccardo Bocchini, ci sono Milan Djuric, Tiago Casasola (autore del momentaneo 0-2) e i fedelissimi Tomasz Kupisz e Mamadou Coulibaly. Il tecnico marchigiano è tornato appena in tempo per godersi la festa dopo aver saltato le tre partite precedenti causa Covid-19: «E’ una emozione fortissima – ha dichiarato nel post gara – vincere un campionato così difficile, assume un valore in più. Oggi raccogliamo i frutti di un lavoro eccezionale.

Sono pronto per la Serie A». 67 anni il prossimo 11 Luglio e allenatore in attività con più presenze in Serie B, Castori ha fatto valere tutta la sua esperienza contro tanti colleghi in rampa di lancio: «Secondo campionato vinto in B e il decimo totale. Ho cominciato dalla Terza Categoria e sono arrivato in Serie A vincendo tutti i campionati guadagnandomi tutte le promozioni sul campo. Cinque anni fa ci sono arrivato col Carpi e mi ero ripromesso di tornare. Eccomi qui!».

In evidenza